Cartelle > Mirage III

Mirage III --- Cartelle

tradotto da BabelFish

< Mirage F1
Mirage IV >

Mirage III

Introduzione:

Mirage III Esportato in grandi quantità ed utilizzato in numerosi conflitti, Dassault MIRAGE III è senza domanda uno degli ornamenti dell'industria aeronautica francese in materia di aerei di combattimento. Nel 1982, una nuova versione di quest'apparecchio, Mirage 3NG (nuova generazione), ha preso l'aria per la prima volta, che estende un po'più le capacità dell'aereo francese.





Aereo polivalente:

Mirage III Il successo del MIRAGE III proviene soprattutto dall'elasticità notevole d'utilizzo il cui aereo ha saputo dare prova. Concepito alla partenza come intercettore, quest'aereo si affermò rapidamente come una macchina polivalente capace di effettuare missioni d'attacco al suolo o di riconoscimento. Lo sviluppo del sistema d'arma fu intrapreso grazie alle dieci MIRAGE IIIA comandati dalle autorità governative e costruisce tra il 1958 ed il 1959. Uno solo di quest'apparecchi aveva volato quando, nell'agosto 1958, l'esercito dell'aria fece i suoi primi ordini di serie, che affermano la sua fede nelle qualità di questa macchina. Con la MIRAGE III, Dassault intendeva realizzare un aereo di una grande semplicità d'intervista e di una disponibilità operativa elevata. La migliore prova del successo del produttore francese in questi due settori è l'utilizzo intensivo che fecero gli Israeliani degli apparecchi di questo tipo in servizio nella loro forza aerea durante la guerra dei sei giorni. Durante i giorni duri del giugno 1967, le MIRAGE IIICJ del Heyl Ha'Avir non compierono meno di dodici uscite al giorno, il tempo di approvisionnemt in combustibile ed in munizioni tra due missioni essendo riportato di venti a sette minuti. Il ritmo adottato dalla forza aerea israeliana nel corso di questo conflitto fu così elevato che la Giordania, l'Egitto e la Siria furono convinti che lo Stato ebrei addressé negli Stati Uniti e nel Regno Unito per affittare apparecchi supplementari.

Di costruzione interamente metallica, la MIRAGE III possiede una fusoliera che risponde alla legge delle superfici e comporta sette sottoinsiemi diversi. Fornito di una sede eiettabile Martin-Baker, l'abitacolo di quest'apparecchio è compatto ma dispone di strumenti e di comandi sistemato in modo logico. Tutti quest'elementi sono miniaturizzati, ad eccezione di quelli che appaiono sul cruscotto e dello schermo del radar. Questa formula ora superato era allora rivoluzionaria, essendo l'aereo dotato di un sistema di navigazione automatica molto sofisticato. L'attrezzatura Doppler Marconi, situata in un carenaggio sotto fusoliera, permette di alimentare in informazioni diverse un elaboratore oggi disusato.

Mirage III Piuttosto che una sezione d'ala troppo fine, che avrebbe reso necessari metodi di costruzione nuovi, Dassault preferì adottare un profilo del 5% di spessore relativo, del quale poté usare tecniche correnti di realizzazione dei profili. Questa scorrevolezza moderata del profilo, unita ad una fune media di profilo abbastanza grande, offre un volume inferiore d'ala che permette di mettere ai matti gambe del treno principale ed una quantità considerevole di combustibile. Le ali del MIRAGE III comportano scatole di torsioni coperte di pannelli di rivestimento che lavorano che comprendono raidisseurs strutturali. Comandati da un sistema idraulico, gli elevoni sono dotati di un dispositivo di restituzione degli sforzi sull'impugnatura a spazzola. Il treno tricycle ritrattabile è fornito di freni a disco, il rallentamento dell'aereo al suolo che può essere garantito da un paracadute di frenata. La MIRAGE III potrebbe operare da terreni sommariamente sistemati in caso di necessità. Semplicità ed affidabilità sono i due termini che Snecma occupazione per spiegare le qualità del reattore Atar 09C di 6200 kgp con réchauffe che fornisce ultimi le MIRAGE III di serie. Derivato di un reattore tedesco della fine della seconda guerra mondiale, Atar non presenta tutti i miglioramenti dei propulseurs attuali. Le prestazioni ad alta altitudine possono essere aumentate grazie ad un motore-razzo SEPR.844 delle 1500 kgp, che può essere sostituito in meno di venti minuti da un serbatoio supplementare che porta la capacità massima in combustibile a 3320 l. per le missioni a lunga distanza, MIRAGE III può portare via sotto profili due serbatoi ausiliari di 600,.1300 o 1700 l.


Fatte scoprire questa località


©2000-2018 Olivier
ogni diritto riservato
CNIL : 844304

175 messages dans le Livre d'or.
854 commentaires vidéos.
Page générée en 0.005890130996s.
Il numero massimo di utenti : 127 il 27 Septembre 2007 à 22:02:33
-- 1 visitatori --

Version Mobile Tweeter Partagez moi sur Viadeo Partagez moi sur Facebook
FR EN DE IT SP PO NL