Cartelle > MiG-21 Fishbed

MiG-21 Fishbed --- Cartelle

tradotto da BabelFish

< JSF F-35
MiG-29 Fulcrum >

MiG-21 Fishbed

MiG-21 Fishbed Nel cielo del Vietnam, il nemico più temibile dei piloti americani era Mikoyan Gurevich MiG-21, più conosciuto sotto il nome di codice della NATO 'Fishbed '. Nonostante il suo raggio d'azione limitato ed un sistema di armi rudimentale, il MiG-21 era difficile da abbattere e la relazione MiG-21 abbattuti/aerei americani persi era spesso meno importante che non avrebbero potuto desiderarlo gli Stati Uniti. In Medio Oriente (nonostante le statistiche avanzate dai propagandisti israeliani) MiG21 ha guadagnato molte vittorie sul Mirage e F-4 israeliani, nonostante il fatto che i piloti israeliani erano meglio trascinati e che le loro tattiche erano superiori.

Non essendo nuovo all'epoca, il MiG-21 è tuttavia risultato di una longevità notevole. Molti quest'aerei sono ancora in servizio. Gli ultimi modelli 'Fishbeds 'avevano una migliore capacità di combustibile, un radar più potente ed armi superiori, pur conservando i vantaggi del MiG-21 precedenti. Così, il MiG-21 è rapido, possiede un'accelerazione superbe ed un tasso eccellente d'aumento, è relativamente agile, e la sua firma radar frontale è ridotta. Queste caratteristiche trasformano MiG-21 in un avversario difficile nei combattimenti corpo a corpo, benché non abbia le capacità molto a grande incidenza ed a debole velocità dei suoi equivalenti americani o internazionali. In realtà, i cacciatori d'oggi non hanno conosciuto grandi miglioramenti nel settore della prestazione assoluta dagli anni sessanta. I cacciatori moderni non sono affatto più rapidi (ed anche a volte più lenti), ed i miglioramenti che sono stati portati loro sono generalmente limitate all'economia di combustibile ed alla capacità dei sistemi.

Buone qualità in combattimento corpo a corpo non bastano ad un aereo di caccia moderna, e delle centinaia di piloti di MiG-29 ne hanno fatto l'esperienza. Il MiG-29 ha prestazioni ed un maniabilité notevoli. Dispone di un radar ad impulso Doppler lunga portata, dei captatori multi bande e dei missili BVR, ma la debolezza del suo raggio d'azione e la mancanza d'attrezzatura di trattamento di dati costituisce un handicap principale in tutti i settori, ad eccezione del combattimento corpo a corpo. Se il MiG-29 non fa realmente il peso faccia ai suoi omologhi, cosa occorre -il allora pensare del MiG-21 cui l'attrezzatura è considerevolmente meno avanzata?

I programmi d'ammodernamento dell'elettronica aeronautica, sistemi ed armi hanno tuttavia trasformato innumerevoli da vecchi cacciatori nel mondo, dal F-5 leggero Freedom Fighter e Tiger fino al F-4 potente Phantom. Come i suoi omologhi occidentali, il MiG-21 aveva grande bisogno d'ammodernamento e di miglioramento.

Durante la guerra fredda, l'ammodernamento del MiG-21 non era considerato come una priorità poiché era facile ottenere nuovi apparecchi di combattimento. Molti utenti di MiG-21 hanno potuto comperare MiG-23 o anche MiG-29 a prezzi incredibilmente bassi. Alla fine della guerra fredda, tuttavia, la produzione di nuovi tipi di cacciatori si abbassò sensibilmente ed il prezzo dei nuovi apparecchi aumentò. Le nazioni che possedevano MiG-21 dovevano fare fronte ad un dilemma: comperare nuovi aerei al prezzo forte o conservare il MiG-21 che diventava sempre più disusato. La sola soluzione era di modernizzare gli apparecchi esistenti.

Alcune società si afferrarono di quest'occasione per proporre programmi d'ammodernamento di quest'apparecchi.



I primi ammodernamenti

MiG-21 Fishbed L'ammodernamento di un piccolo numero di MiG-21 cominciò bene prima della fine della guerra fredda, nel momento in cui vecchi alleati dell'URSS, come l'Egitto e la Cina, dovevano scegliere tra modernizzare o sostituire il loro MiG-21. Una volta che l'Egitto si era allontanato dell'URSS, la sua flotta enorme di aerei sovietici diventava sempre più difficile da mantenere. La Cina gli fornisce pezzi di ricambio per le cellule ed i motori, ma restava sempre il problema dell'elettronica aeronautica e delle armi. La sostituzione della totalità della flotta aerea non costituiva una soluzione realistica. Alcuni tipi di aerei furono finalmente sostituiti, ma di altri, come il MiG-21, furono conservati.

Dopo molti voli di prove a bordo di un MiG-21 fornito di una VTH Smiths e di un sistema di navigazione inerziale Ferranti, un contratto fu firmato con Gec-Marconi riguardante l'ammodernamento da 75 a 100 apparecchi: nuova VTH, nuovo elaboratore di parametri aria, nuovo rivelatore di emissioni radar e brouilleur, e compatibilità con il missile air-air MATRA R.550 Magic. Quest'apparecchi furono successivamente forniti di AIM -9P-3, quindi di AIM-9L Sidewinder. I negoziati che mirano rétrofiter ad un nuovo radar occidentale (AN/APQ-159 del F-5) non si realizzarono.

In Cina, del Chengdu F-7M e F-7P destinati all'esportazione furono forniti di radar GEC tipo 226 Skyranger, come pure di una VTH e di un elaboratore di TIR di tipo 956, con un nuovo altimetro radar, un nuovo elaboratore di parametri aria e di altri sistemi. Il Pakistan ha scelto di fornire i suoi apparecchi di radar ad impulsi Doppler FIAR GrifoL misto ne benda l/J, dopo una concorrenza prolungata, in particolare con Blue Hawk de GEC Marconi. Altri piani d'ammodernamento radicale prevedevano l'assemblaggio di un radar AN/APG-66 in un nuovo naso solido, e delle bocche d'alimentazione dell'aria rimesse lateralmente. Quest'apparecchio, conosciuto sotto il nome d'Sabre o super 7, doveva, fra l'altro, essere fornito di motori F404 o RB.199, di una nuova VTH a grande campo di visione, di una più grande capacità che carbura, e di ali più grandi con dispositivi di manovra di bordo d'attacco controllati mediante elaboratore. La costruzione di quest'apparecchio (con il partner americano Grumman) fu abbandonata a seguito del massacro del posto Tien Anmen nel 1989, benché alcuni elementi siano incorporati nella concezione del Chengdu FC- 1 sino-russo, attualmente in costruzione.

Benché relativamente modesti, questi programmi abbiano contribuito a mettere l'accento sui problemi inerenti all'ammodernamento del MiG-21, pur provando che queste difficoltà potevano essere superate. Oltre ai problemi d'ammodernamento del MiG-21 dovuti all'assenza di cooperazione da parte del fabbricante, c'era anche quello che consisteva nel montare nuovi sistemi ed una nuova elettronica aeronautica in spazi estremamente ristretti e non modificabili (ad esempio, radôme del cono centrale d'entrata).



Mikoyan MiG-21 93

MiG-21 Fishbed La principale debolezza del MiG-29 e di altri cacciatori russi di quarta generazione risiedeva nella mediocrità dell'ergonomia dell'abitacolo, il carattere primitivo della visualizzazione, la mancanza di capacità e di rapidità di trattamento, e la concezione dei software del sistema di controllo. È in questi settori che i Russes erano in ritardo rispetto ai paesi occidentali, ed è ciò che ha permesso alle imprese occidentali che speravano di modernizzare il MiG-21 di prendere la cima sui fabbricanti stessi dell'apparecchio.

Benché considerati come non essendo molto prominenti nel settore della produzione d'elettronica aeronautica e di sistemi di armi integrati moderne, l'ufficio studi Mikoyan e la fabbrica Sokol de Nizhny Novgorod presentassero comunque alcuni vantaggi sui concorrenti occidentali. Lo statuto di progettista e fabbricante originale di questo gruppo (essendo la fabbrica Sokol più conosciuta sotto il nome di GAS-21, fabbricante della maggior parte del MiG-21 costruiti), gli conferivano una conoscenza record della struttura dell'apparecchio, di suono aerodinamico e dell'infrastruttura dei suoi sistemi e dell'elettronica aeronautica. Questo gruppo possedeva anche esperienza nelle prove di carico strutturale ed i dati delle prove di volo ed aveva l'attrezzatura e gli attrezzi necessari alla fabbricazione di parti di ricambio e di pezzi di ricambio.

Benché fosse chiaro che solo le ultime alternative MiG-21 potevano realmente essere modernizzate, le prime cartelle ed opuscoli di Mikoyan presentavano generalmente versioni precedenti, spesso con piccole fermati dorsali. Sotto la denominazione MiG-21-93, il MiG-21 modernizzato fu fornito di un radar Kopyo e di posizioni per armi avanzate (compresi i missili air-air "trae e dimentica" ed i missili aria-terra ad orientamento TV e radar). Più importante ancora, MiG-21-93 era compatibile con i missili air-air BVR R27 (AA-10 'A'lamo ') e R-77 (AA-12 'Adder '). L'apparecchio disponeva anche di un più grande numero di lancia-esca elettromagnetici ed infrarossi sulle radici delle ali, di un parabrezza di una sola parte, del sistema di scopo montato su casco del MiG-29 e di una migliore capacità di raffreddamento grazie all'utilizzo di un nuovo sistema di condizionamento d'aria, basato su quello del MiG-29. Mikoyan non ritardò a rendersi conto che i clienti potenziali rischiavano di mostrare poco propensi ad utilizzare l'elettronica aeronautica e l'attrezzatura elettronica russi e si misero ad offrire sistemi francesi. La cooperazione con le imprese francesi era cominciata con il programma MiG AT.

MiG-21-93 fu finalmente commercializzato con un elaboratore di parametri aria, un elaboratore centrale, una GPS, una vista montata su casco, una VTH, un gyrolaser anulare e visualizzazioni a cristalli liquidi, tutti di fabbricazione francese. L'apparecchio poteva anche essere fornito di un rivelatore di emissioni radar Sherloc, di un brouilleur Barem, ed anche di un derivato francese del Kopyo, Thomson-Phazatron Phantom.

Il radar Kopyo ('Lance') è un derivato del radar Zhuk ('Beetle') costruito per MiG29M, con un'antenna piatta di radar più piccola. Capace di individuare un obiettivo avente la dimensione di un cacciatore (3 m2) ad una portata di 45 km, Kopyo aveva una varietà di modi air-air ed aria-terra, ed era dotato di una capacità di prosecuzione di otto obiettivi simultanei oltre alla possibilità di impegnare due obiettivo s allo stesso tempo.

L'India si avvicinò a molte imprese aeronautiche allo scopo di modernizzare il suo MiG-21, tra cui imprese americane che suggerirono di fornire l'apparecchio di motori F404 e di un radar AN/APG-66, come quello del F. Concludendo, le soluzioni occidentali risultarono troppo costose. Nel maggio 1994, l'India stipulò un contratto con Mikoyan e Sokol per modernizzare 100 cacciatori MiG-21 allo standard MiG-21-93. Quest'ammodernamento includeva, tuttavia, alcune attrezzature e sistemi d'elettronica aeronautica occidentali, in particolare un sistema di navigazione inerziale SAGEM, un sistema d'allarme avanzato EWS-A o EWS-21 di Dassault elettronico ed un brouilleur Carapace. Mikoyan propose in opzione una scelta di motori, come la TJR-25-300 di una spinta di 69,65 kN, un derivato del RD-33 utilizzato dal MiG-29. L'India sceglie quest'opzione di modernizzare 70 altri apparecchi, tandis che l'esercito dell'aria indiana optò per l'ammodernamento di più di 250 MiG21M, MiG-21 MF e MiG-21. Ad un costo di 1,33 milione di dollari, l'India sperava così di prolungare la vita del MiG-21 fino a 20102015, o anche oltre.



Ammodernamenti israeliani

MiG-21 Fishbed Israele era il terreno privilegiato dell'ammodernamento di vecchi aerei di combattimento. L'imposizione di embarghi sulle armi infatti aveva forzato questa piccola nazione a fornire il suo esercito dell'aria. Tuttavia, la piccola industria aeronautica israeliana non poteva da sola fornire interamente il suo esercito dell'aria di nuovi apparecchi di combattimento, progettati e costruiti in Israele, e sceglie di colmare questa lacuna modernizzando le sue risorse esistenti. Inizialmente concentrati su modifiche d'importanza secondaria come il miglioramento di alcuni aspetti della prestazione o della survivabilité (ad esempio la soppressione delle emissioni infrarosse dei motori degli Super Mystères e del Skyhawks), i programmi d'ammodernamento presero rapidamente dell'ampiezza mentre le società impegnate nel progetto (soprattutto IAI ed il gigante dell'elettronica Elbit) acquisivano esperienza. Molto rapidamente, le imprese furono in grado di proporre insiemi integrati di modifiche che riguardano modifiche strutturali destinate ad aumentare la durata di vita di un apparecchio, di nuovi cablaggi, dei freni e di altri componenti migliorati, di nuovi armi e di nuovi punti d'evacuazione di armi, come pure un nuovo sistema d'elettronica aeronautica (soprattutto d'origine israeliana). Questi cambiamenti venivano ad aggiungersi ad un abitacolo modernizzato ed un'interfaccia uomo macchina migliorata. Skyhawks e Phantoms di IDF/AF erano i primi apparecchi a essere completamente modificato da IAI.



MiG-21-2000

MiG-21 Fishbed Quando IAI iniziò a proporre miglioramenti ad altre nazioni, la società si concentrò inizialmente su tipi di apparecchi essendo già in servizio nell'esercito israeliano e che conosceva perfettamente; soprattutto McDonnell Douglas F-4 Phantom ed A-4 Skyhawk. Molto rapidamente, apparì che numerose caratteristiche della versione migliorata del F-4 potevano essere utilizzate per modernizzare altri tipi di apparecchi, ed IAI si mise a cercare clienti per i miglioramenti destinati ad apparecchi come F-5. Là di a considerare il MiG-21 come un mercato potenziale per le società di servizi d'ammodernamento, c'era soltanto un passo. La società aveva una buona esperienza con il MiG-21, poiché IDF/AF aveva fatto prove in volo ed aveva valutato un certo numero di MiG-21 matrice avvolti ai suoi vicini Arabi.

In occasione della scomparsa della Comunità degli stati indipendenti, IAI vive scomparire con essa un mercato per i suoi pezzi di ricambio ed i suoi servizi d'assistenza tecnica per MiG-21. Vedendo prendere forma un'opportunità, IAI ha costruito una rete di fornitori ai vecchi stati clienti dei sovietici e fu rapidamente capace di offrire qualsiasi pezzo di ricambio o componendo ultime versioni del MiG 21, a partire dal MiG 21MF.

C'era di per sé uno grande affare, ma creò per la società una base eccellente sulla quale costruire un'impresa di ammodernamenti destinati al MiG-21.

IAI mostrare un prototipo che 'striscia 'di MiG21-2000 (descritto come essendo stato convertito a partire da un MiG-21 etiopico danneggiato o da un MiG-21MF, 5902 Rumeno) al salone aeronautico del Bourget nel 1993, e quest'apparecchio fu descritto come rappresentante la configurazione di miglioramento rumeno. Dell'esterno, la sola modifica importante dell'apparecchio era il contributo di un parabrezza circolare di uno solo che tiene, ma gli osservatori attenti hanno anche osservato la scatola di testa della nuova sede eiettabile zero-zero Martin-Baker Mk 10. L'abitacolo era stato interamente ridefinito, con una nuova VTH Ei- Op a grande angolo e di nuovi strumenti, che comprende unico un piccolo schermo di visualizzazione testa (VTB) colore basso (8,9 x 11, 4 cm) ed un secondo schermo CRT monochrone di 29 cm² per una rappresentazione radar. L'apparecchio era fornito di un radar Doppler ad impulsi misto Elta EL/M-2032 capace di portare una portata ed una flessibilità molto più importanti del radar precedente Rappresentazione Permanente Sapfir 'Jay BIRS ', con una portata d'individuazione di circa 35-45 NM (65-83 km) orientato verso il basso e di 35-55 NM (65-102 km) orientato verso l'alto, comparato con le 11 NM (20 km) del Sapfir. Per offrire una scelta diversa dal nuovo radar, IAI mise a punto un ammodernamento del radar poco costoso capace di migliorare il trattamento del segnale ed di permetta una migliore visualizzazione dei dati ed un controllo diretto del pilota sugli angoli d'balayage d'aumento e di azimuth, pur conservando il radar Sapfir originale.

Gli altri nuovi sistemi si componevano soprattutto di un elaboratore a missione unica e di un autobus di dati MIL STD 1553B, di un nuovo sistema di gestione degli stock, di un sistema di cartuccia di dati portatile progettato per permettere l'utilizzo di un sistema di pianificazione di missione moderna, di una capacità d'impianto per désignateur laser, ed anche della vista di casco Elbit DASH. I nuovi sistemi d'elettronica aeronautica sono più piccoli e più leggeri dei sistemi che sostituiscono, cosa che ha permesso di aumentare la capacità in combustibile di 200 litri.

IAI avrebbe impegnato negoziati con MATRA, il produttore di missili francesi, cosa che avrebbe ebbe per risultato un accordo che permette alla società israeliana di commercializzare il missile air-air mica ad orientamento radar ed a capacità BVR come arma di lunga portata per questi cacciatori migliorati e il Python-4 ad orientamento infrarosso come arma di breve portata del missile air-air MiG-21-2000.

IAI ha bene ottenuto un contratto per rimettere in stato otto del 19 MiG-21 monoplaces cambodgiens che avevano appartenuto al Vietnam, come pure tre biplaces, ma questo riattamento era modesto ed il suo scopo era semplicemente di permettere loro di volare nuovamente. Uno degli apparecchi cambodgiens ha forse funto da prototipo di volo del MiG21-2000, che volò per la prima volta il 24 maggio 1995. nel 1996, si apprese che IAI ed imprese ukrainiennes stavano negoziando per modernizzare il MiG-21 etiopici, IAI fornendo e montando i sistemi d'elettronica aeronautica e le fabbriche ukrainiennes che effettuano i lavori sulla cellula.



Elbit si lancia solo

MiG-21 Fishbed È dunque stupefacente che quando l'ammodernamento degli apparecchi rumeni fu confermato in modo definitivo, fu Elbit e non IAI che fu incaricato di modernizzare 110 MiG-21 scelti fra l'esercito dell'aria. Ancora prima che IAI non abbia potuto esporre i suoi dimostranti al salone del Bourget del 1993, Elbit annunciò soltanto essa aveva guadagnato il contratto per modernizzare il MiG-21 rumeni, benché l'autorizzazione di cominciare i lavori fosse data soltanto il 15 novembre 1993, sei mesi dopo la firma del contratto. Elbit era stato il principale subappaltatore di IAl in occasione dell'ammodernamento del MiG-21-2000 (destinata alla Romania); aveva fornisce l'elettronica aeronautica ultra-perfezionata ed è stato scelto per espletare questa mansione d'ammodernamento degli apparecchi rumeni, le imprese locali essendo incaricate dei compiti che sarebbero spettati a IAI, ed Elbit che garantisce la gestione del progetto e la sua integrazione. Il fatto che Elbit aveva accettato un partenariato con imprese rumene fu probabilmente un fattore determinante nel conseguimento del contratto, benché cinque società abbiano risposto alla gara d'appalto indita nel 1992 (essendo le quattro altre IAI, Mapo-MiG, GEC e Thomson-CSF).

Il contratto di 300 milioni di dollari riguardava l'ammodernamento di 75 apparecchi monoplaces destinati ad essere utilizzati per l'appoggio aereo avvicinato e di 25 per un ruolo di difesa aerea, più 10 biplaces d'addestramento. Tutti gli apparecchi sono smontati quindi interamente risaliti e modificati quando questo risulta necessario; questo processo equivale in realtà ad una ricostruzione. I sistemi degli apparecchi e la loro elettronica aeronautica che era stata conservata sono modernizzati in modo simile da Aerostar. Questa società rumena ha una grande esperienza nell'intervista e l'ammodernamento del MiG-21 e fabbrica dei pezzi di ricambio che non sono più fabbricati in Russia.

Tutti gli apparecchi beneficiano di sistemi d'elettronica aeronautica interamente nuovi, progettati attorno a due autobus di dati digitali MIGLIO STD 1553B, gestiti da un elaboratore multitâche modulare. L'abitacolo di lanciare è interamente nuovo con comandi ROTAS per tutti i sistemi di missione determinanti ed il pannello principale è reso più chiaramente grazie all'aggiunta di due schermi multiuso di 12,7 cm². Conserva soltanto un piccolo numero di strumenti analogici d'aiuto. Lo schermo di destra è montato soltanto sugli apparecchi di difesa aerea (e sugli abitacoli prima di aerei d'addestramento, prototipi e primi apparecchi prodotti in serie). È uno schermo monochrome utilizzato per pubblicare le informazioni ottenute dal radar. Lo schermo di sinistra è in colore, ed è utilizzato soprattutto come visualizzazione della situazione tattica. L'apparecchio comporta una VTH Ei- Op standard, con un pannello di controllo frontale è compatibile con una vista di casco DASH.

Per migliorare la survavibilité al combattimento, l'apparecchio è fornito di un rivelatore di emissioni radar Elisra SPS- 20 RWR, le cui antenne dirette verso l'alto sono montate sui lati superiori del naso e le antenne dirette verso il basso sono montate sulla parte superiore della deriva. L'apparecchio può trasportare un brouilleur attivo, e della lancia-esca elettromagnetici/infrarossi IMI con 30 cartucce sono montati di ogni parte della base della deriva ventrale.

Lanciarlo dispone di un nuovo sistema provato integrato e di una macchina fotografica video colore per registrare i dati del VTH. Il programma fornisce anche un sistema d'addestramento perfezionato con un'attrezzatura di debriefing di tipo ACMI, come pure un pianificatore di missione associato ad un modulo di trasferimento dei dati. L'aereo possiede un nuovo sistema ibrido di navigazione (HNS) con una centrale inerziale a componenti legati Linon-ltaliana LISA 4000 hybridée alla GPS ed una VOR Allied Signal/Bendix (commercializzato su scaffale), come pure l'atterraggio agli strumenti ed un dispositivo di misurazione di distanza.

Il radar degli apparecchi d'appoggio aereo avvicinato e degli apparecchi d'addestramento è stato sostituito da un radar telemetrico Elta EL/M-2001-B, ma è facile da montare ed integrare e può anche utilizzare il radôme esistente. I 25 apparecchi configurati in difesa aerea hanno un radar misto Doppler ad impulsi Elta EL/M-2032 che richiede un nuovo radôme e non ha forse il nuovo altimetro radar montato sugli apparecchi di sostegno aereo avvicinato e gli apparecchi d'addestramento. Eccetto questo punto, tutti gli apparecchi sono identici.

Il prototipo (9809, un apparecchio configurato per il sostegno aereo avvicinato) volò il 23 agosto 1995, due mesi prima della data prevista. Il primo apparecchio d'addestramento (il 327, MiG-21UM) volò l'8 maggio 1996. Il primo apparecchio di sostegno aereo avvicinato apre-produzione (714) fu pronto tempestivamente per il salone aeronautico di Farnborough del 1996, ed un apparecchio di difesa di pre-produzione (6721, in camuffamento di superiorità aerea a tre toni di grigio) fece la sua comparsa al salone del Bourget nel giugno 1997. l'apparecchio modernizzato è stato chiamato lanciare.

Lanciarlo è compatibile con numerose armi d'origine occidentale e sovietica. Per rendere questo possibile, un nuovo pilone con un punto di sospensione prima e due punti posteriori (per le armi agli standard della NATO, per le armi sovietiche) furono concepiti e sviluppati, quindi montato su numerosi apparecchi. La Romania ha comandato 'molte centinaia 'di missili air-air MATRA Magic 2 ad orientamento infrarosso per fornire il suo MiG-21 modernizzati; è una scelta sorprendente tenuto conto del fatto che R-73 eccellente (AA-11 'Archer ') era già nell'inventario del MiG-29 rumeni, e tenuto conto dell'integrazione più semplice attesa che derrait portare un missile israeliano, forse il Python-3 o il Python-4.

Per il ruolo di riconoscimento tattico, Elbit ha concepito un pod di riconoscimento interamente nuovo, con una macchina fotografica obliqua orientata verso la parte anteriore ed una macchina fotografica di sorveglianza verticale, e con posto supplementare per potere aggiungere altri captatori ad una data ulteriore. Lanciarlo porterà via anche il désignateur laser Rafael.



Futuro degli ammodernamenti

MiG-21 Fishbed Ha numerose altre imprese d'ammodernamento del MiG-21, in particolare TEREM in Bulgaria. TEREM, specialista delle revisioni, riparazioni ed ammodernamenti di MiG-21 per l'esercito dell'aria bulgara ed alcuni stati clienti del ex-bloc sovietico, fu ufficialmente incaricata da Mikoyan di modernizzare il MiG-21. La società bulgara modernizzò sei MiG-21 di varie versioni per fungere da dimostranti. Grazie alla sua alta competenza tecnica ed ai suoi costi di manodopera vantaggiosi, TEREM è considerata da Mikoyan come il partner ideale per i suoi ammodernamenti. È così questione che la Siria e l'India facciano appello al servizio di TEREM per il loro MiG-21.

Il numero di MiG-21 modernizzati è impressionante. Con la fine della guerra fredda, numerosi operatori hanno scelto di ritirare il loro MiG-21 piuttosto che di modernizzarli. Fin dall'inizio degli anni 1990, il MiG-21 è diventato pezzi da museo ed alcuni sono stati comperati da privati, altri sono stati convertiti per fungere da ronzio senza equipaggio e da obiettivo d'addestramento. Pertanto, tutto il MiG-21 ancora in servizio non sarà modernizzato.

Negli anni 80, il pilota occidentale poteva essere sicuro che tutto il MiG-21 che incontrava sarebbe fornito soltanto di un radar direttore di TIR dei più rudimentali, che non avrebbero alcun'arma BVR, e sarebbero quasi completamente dipendenti da una stazione terrestre d'orientamento e di controllo. Tutti questi punti deboli sono stati eliminati grazie ai diversi gruppi d'ammodernamento disponibili. Al giorno d'oggi, se un aereo ostile è identificato come un MiG-21, ci sono forti possibilità che sia un apparecchio molto meno primitivo di un getto rapido degli anni 50. Può dunque rappresentare una reale minaccia, con una lunga portata ed una grande potenza di TIR. Alcuno MiG-21 modernizzati rappresenta una minaccia più pericolosa dei F o del MiG-29 di prima generazione. Tuttavia, la piccola dimensione dell'apparecchio riduce il suo raggio d'azione e la portata limitata del suo profilo non gli permette generalmente di disporre di più di sei punti d'evacuazione per i missili air-air, anche se possiede stazioni in fine d'ala. Il MiG-21 è tuttavia lungi dall'essere un avversario trascurabile.


Fatte scoprire questa località


©2000-2018 Olivier
ogni diritto riservato
CNIL : 844304

175 messages dans le Livre d'or.
854 commentaires vidéos.
Page générée en 0.006788015365s.
Il numero massimo di utenti : 127 il 27 Septembre 2007 à 22:02:33
-- 1 visitatori --

Version Mobile Tweeter Partagez moi sur Viadeo Partagez moi sur Facebook
FR EN DE IT SP PO NL