Cartelle > Harrier

Harrier --- Cartelle

tradotto da BabelFish

< F/A-18 Hornet
Hawk 100-200 >

Harrier

Harrier Harrier di prima generazione sei anni d'esperienza con la serie P1127/Kestrel sono arrivati al primo volo di un Harrier di serie, una GR. Mk l'1, il 28 dicembre 1967 ed il suo utilizzo da parte della RAF nel 1969. La GR.. Mk 1 fu inizialmente portato alle norme della GR. Mk lA quindi della GR. Mk 3 con motori modernizzati. Gli apparecchi d'addestramento biplaces convertiti furono chiamati T.Mk 2, T.Mk 2A e T.Mk 4 dopo la modifica dei loro motori. Harrier della prima generazione tutti è stato quasi ritirato dal servizio dalla RAF, alcune copie del biplace sono state conservate per effettuare prove. T. Mk 4N dello Fleet Air Arms éte hanno modernizzato allo standard T. Mk 8 per trasformare i piloti di Sea Harrier su questa versione. La marina indiana, da parte sua, utilizza le T. Mk 60.

US marina il corpo adottò Harrier e comperò 102 Mk. 50 AV-8A ed otto TAU-8A biplaces. A partire dal 1979,.47 AV-8A furono trasformate in AV-8C e la flotta restò in servizio fino a febbraio 1987. La marina spagnola comperò 11 Mk. 55 e due T.Mk 56 tramite il governo americano e li utilizzò fino al 1996, dopo che furono venduti alla marina tailandese. Quest'apparecchi sono ultimo Harrier operativi della prima generazione ancora in servizio.



Harrier II

Harrier Studi che mirano a migliorare Harrier effettuate in Gran Bretagna ('Harrier alle grandi ali ') e negli Stati Uniti ('AV-16A'- denominazione ufficiosa che implica che quest'aereo sia due volte più potente di AV), è arrivata ad un accordo tra British Aerospace e McDonnell Douglas concluso nel 1982 per produrre Harrier II, come Harrier GR..' Mk 5 in Gran Bretagna ed AV-8B agli USA.

Due YAV-8B provarono le nuove ali supercritiques in fibre di carbonio; effettuarono il loro primo volo il 9 novembre 1978. quattro aerei d'pré-série furono provati a decorrere da novembre 1981 ed i primi aerei di serie furono rimessi alle marine americani nel 1983. Un totale di 286 apparecchi fu consegnato al corpo delle marine americani; a partire dal n. 167, gli apparecchi furono forniti per gli attacchi di notte. La 20ësima copia fu il primo delle alternative migliorate AV-8B Harrier II più, fornito del radar Hughes AN/APG-65. i clienti all'esportazione delle versioni AV-8B sono le marine italiane e spagnole.

AV fu costruito in Gran Bretagna sotto la designazione Harrier GR. Mk 5 ed il primo squadrone (no. 1 Squ) fu dichiarato operativo nel novembre 1989. A partire dal n. 42, gli apparecchi furono fabbricati alle norme provvisorie GR. Mk 5A per facilitare la loro conversione alla configurazione completa d'attacco di notte, la GR. Mk7. la seconda generazione dei biplaces è la TAV-8B, 26 furono comandati dalle marine americani e dalla Spagna. La RAF in commenda 13 in configurazione T.Mk 10 nel febbraio 1990.



Harrier GR. Mk 1

Harrier Harrier GR. Mk 7 del RAF è semplicemente l'equivalente del AV-8B d'attacco di notte, utilizza . praticamente la stessa attrezzatura e gli stessi sistemi d'elettronica aeronautica. Ha lo stesso rigonfiamento sopra il naso per mettere gli stessi captatori FLIR di Electric generale. In compenso, non dispone di lancia-esca magnetici ed infrarossi nella fusoliera posteriore. Il carenaggio superfluo per il radar in miniatura a balayage infrarosso è assente ed è sostituito dalle antenne emisferiche definitive sotto il naso per il sistema di contromisure elettroniche Zeus di Marconi. Quest'ultimo sostituirà AN/ALR-67 del US marina corpo quando sarà infine approvato. Harrier GR. Mk 7 dispone anche di un abitacolo compatibile con i cannocchiali di visione di notte, cosa che permette di utilizzare i cannocchiali Night-Owl di Ferranti piuttosto che Cat's Eyes di General Electric utilizzate US marina dal corpo. Una carta colore digitale di Electric generale sostituisce la vecchia carta proiettata mobile. La prima GR. Mk 7 comandati fu i 34 apparecchi comandati nel 1988, cosa che portò il totale del Harrier II utilizzati dalla RAF a 94 (più due prototipi/apparecchi d'pré-série). Per fungere da prototipi alla GR. Mk 7, i due apparecchi d'pré-série sono stati adattati per mettere l'antenna FLIR sopra il naso e l'antenna Zeus sotto. Effettuarono il loro primo volo nella loro nuova configurazione il 20 novembre 1989.

Le capacità supplementari offerte dalla GR. Mk 7 erano tali che la RAF decise di modificare tutto suo Harrier secondo questa configurazione. Per facilitare questo processo, gli apparecchi n. 42-60 furono costruiti in configurazione GR. Mk 5A che permettono di installare i sistemi d'elettronica aeronautica della GR. Mk 7 (grazie ad una gobba vuota per mettere l'antenna FLIR e carenaggi per l'antenna Zeus) e sono stati conservati fin dalla loro consegna in attesa della loro modifica. La modifica di quest'apparecchi (e di una GR. Mk 5 danneggiata) è cominciata nel dicembre 1990, la maggior parte della vecchia GR. Mk 5A andando ai squadroni n. 1 e n. 20.

Prima GR. Mk 7 di serie fu consegnata nel maggio 1990, e le consegne al Strike Attack OEU (Operational valutazione collega) a Boscombe Down cominciarono nell'agosto 1990 essa utilizzò qualche GR. Mk 7 per mettere a punto e lucidare le procedure, le tattiche e l'attrezzatura d'origine. Dalla sua natura, il lavoro del OEU non è stato oggetto di molta pubblicità ma furono i suoi sforzi che permisero a questo nuovo apparecchio, accablé di problemi, ed ostruito dall'assenza di molte parti d'attrezzatura importanti, di potere entrare in servizio attivo. Il lavoro dell'unità con i cannocchiali di visione di notte e la FLIR ha dato numerose possibilità al Harrier. La GR. Mk 7 di serie fu consegnata al squadrone n. 4 (per sostituire la GR. Mk 3 della prima generazione) a decorrere da settembre 1990, ed iniziò supplanter la GR. Mk 5 con il squadrone n. 3 nel novembre 1990.

A partire dall'apparecchio n. 77 (ZG506), tutto Harrier del RAF fu fornito dell'apex 100 per cento, che permette di ritardare ancora più le evasioni di rollio e migliorare la prestazione nei giri. Quest'apex è simile a quelli concepiti per Harrier della seconda generazione 'grande ala 'di British Aerospace, e sarà rétrofité sugli apparecchi precedenti per sostituire l'apex, più piccolo e che era soltanto un pis-aller.

Il fallimento del sistema di riconoscimento in miniatura a balayage infrarosso concepito per Harrier GR. Mk 5 fece che la GR. Mk 7 non aveva alcuna capacità di riconoscimento, benché l'installazione di un sistema di balayage del Navy US, messo in un pod esterno, sia possibile. Pod di riconoscimento Vicon 18 Srs 403 di Vinten ed il pod multi-captatore Vicon 57 è stato anche valutato. Quando la RAF dut sostituire Jaguars utilizzati in Turchia per controllare la zona di divieto aereo sopra l'Iraq (operazione custode), Harrier GR. Mk 7 fu scelto. Per dare loro una capacità di riconoscimento, l'impianto elettrico almeno nuovo di apparecchi fu modificato (e questo richiese 600 ore di lavoro per apparecchio) per trasportare il vecchio pod di riconoscimento del Harrier GR. Mk 3, che conteneva soltanto macchine fotografiche ottiche, che comprendono un insieme di quattro macchine fotografiche F95 con obiettivi 70 mm ed una macchina fotografica F135 con un obiettivo 127 sigg. il squadrone n. 4 dut nuovamente trascinarsi per le missioni di riconoscimento (che si erano interrotte quando la GR. Mk 3 fu abbandonata). Otto di quest'apparecchi (tutti forniti dell'apex il 65 per cento) si volarono per la Turchia il 2 aprile 1993. Gli apparecchi del squadrone n. IV sono stati forniti dell'unità 100 per cento. Una volta alcuni problemi secondari regolati, la GR. Mk 7 sarà un apparecchio estremamente polivalente ed efficace. Il doppio cannone Royal Ordnance Factory ADEN di 25 mm a barile ed a camera pneumatica avrà certamente meno arretramento ed una cadenza di tiro iniziale molto più rapida (importante per salves brevi) ed il suo peso sarà inferiore al cannone unico GAU-12A montato sugli apparecchi americani. Il sistema detettore d'arrivo missile Plessey attiverà automaticamente le contromisure adeguate e verrà ad aggiungersi al Zeus che comprende un ricevitore d'arrivo missile presente sull'apparecchio originale ed un brouilleur Northrop che rimescolerà i radar ad onda continua ed ad impulsi. Un pilone specifico per Sidewinder (quando il suo utilizzo sarà autorizzato) darà una capacità difensiva adeguata in occasione del trasporto di un carico offensivo completo. Questi piloni saranno finalmente forniti di una lancia-esca elettromagnetici CIOTOLA integrata in modo che l'apparecchio non debba "perdere" un pilone quando porta pod Phimat standard.

Alcuni apparecchi del squadrone n. 1 sono già forniti del sistema di navigazione e d'attacco integrato FIN1075G con un captatore GPS (global Positioning System) integrato. Il primo apparecchio fornito in questo modo (ZD437) volò con il nuovo kit il 19 novembre 1992. La presenza del GPS può essere individuata dall'aggiunta di una piccola antenna circolare sul bordo dorsale dell'apparecchio. All'armamento composto da bombe di 454 kg, di pods di razzi BL755 e SNEB 68 mm sono aggiunti dei razzi CRV-7 e delle bombe a frammentazione CBU-87, utilizzate dal Jaguars del RAF nel corso della guerra del golfo.

Il squadrone n. 1 ricevé la GR. Mk 7 fine 1992 e fu la prima unità di prima linea da cominciare seriamente l'addestramento agli attacchi di notte. Il squadrone di riserva n. 20 (rebaptisé n. 233 OCU), situato sulla stessa base, controlla ora la GR. Mk 7, mentre i squadroni n. 3 e 4 interamente forniti furono trasferiti a Laarbrüch con l'ordine della forza di reazione rapida della NATO quando la base del RAF a Gütersloh, Germania, chiuse nel 1993.


Fatte scoprire questa località


©2000-2018 Olivier
ogni diritto riservato
CNIL : 844304

175 messages dans le Livre d'or.
854 commentaires vidéos.
Page générée en 0.005486965179s.
Il numero massimo di utenti : 127 il 27 Septembre 2007 à 22:02:33
-- 1 visitatori --

Version Mobile Tweeter Partagez moi sur Viadeo Partagez moi sur Facebook
FR EN DE IT SP PO NL